Telefono Sotto Controllo Tutto sulle Intercettazioni Telefoniche e Digitali su Cellulari e PC

9Mar/160

Le iene ci mostrano come spiare un cellulare

Le Iene - Come Spiare un CellulareOggi su Italia Uno è andata in onda la replica del servizio de Le Iene sul cellulare spia realizzato da Matteo Viviani con la collaborazione di Stefano Fratepietro e Massimiliano Dal Cero di Tesla Consulting. I due, fingendosi "hacker", hanno infettato lo smartphone di Matteo Viviani che ci spiega dimostrando come spiare un cellulare inviando un SMS con un link malevolo che installa un trojan con funzionalità di spyware in grado di leggere i messaggi SMS, Whatsapp, contatti, telefonate, registrare l'audio, scattare foto.

Grazie al servizio TV de Le Iene, si è trasmessa la consapevolezza di come si può spiare un cellulare, sia Android sia iPhone, installando un "captatore", cioè un malware con funzioni di keylogger in grado di intercettare anche audio ambientale, SMS, Whatsapp, rubrica, fare fotografie e caricarle sul cellulare o passarle al centro di controllo.

Cellulare Spia per Le IeneStefano Fratepietro e Massimiliano Dal Cero hanno realizzato per Le Iene e Matteo Viviani uno spy software dello stesso tipo di quelli utilizzati dai produttori di sistemi d'intercettazione avanzati. Il cellulare spia ovviamente non è in vendita ed è stato - come dicono i due tecnici - prodotto soltanto a fini di studio e ricerca, anche se esistono in commercio diversi prodotti a costi contenuti per spiare gli smartphone Android, Blackberry, Symbian e iPhone. Alcuni spyphone sono persino in grado di spiare Whatsapp, SMS, email, telefonate senza bisogno d'installare App malevole sul cellulare, semplicemente accedendo tramite account iCloud o Google all'area dati dell'utente o ai backup.

Se vi chiedete come entrare in un cellulare senza essere scoperti per spiare le conversazioni, le telefonate, gli SMS e Whatsapp la risposta è che non è, in realtà, così facile come sembra in TV. Massimiliano e Stefano hanno infatti sfruttato vulnerabilità del Sistema Operativo del cellulare di Matteo per poterlo infettare e intercettare i tasti premuti, gli SMS inviati e ricevuti e tutto ciò che avveniva sul telefonino, comprese le posizioni GPS per tracciare gli spostamenti dello smartphone. Spiare un cellulare senza essere scoperti rappresenta inoltre un'ulteriore difficoltà, dato che è necessario che il software di spionaggio comunichi con il sistema d'intercettazione in modo sicuro e non tracciabile, i due "hacker" non hanno approfondito questo argomento ma sono certamente tecnicamente preparati per spiare senza essere spiati.

Il servizio de Le Iene con Matteo Viviani e i due "hacker" Stefano Fratepietro e Massimiliano Dal Cero, dal titolo "E se ti spiassero dal tuo cellulare?" è visionabile online al seguente link sul sito di Mediaset, Italia Uno.

 

16Gen/110

Hacker, nel 2011 smartphone sotto attacco

Sarà un anno di allerta, il 2011, per i possessori di uno smartphone, soprattutto se Apple. Nel rapporto di McAfee sulla sicurezza digitale nel nuovo anno, intitolato “2011 Threat Predictions“, si legge come la sicurezza degli smartphone e quella dei dispositivi della Apple (dal Mac all’iPhone, passando per l’iPad) risulti in pericolo.

Virus sempre più intelligenti, infatti, si muoveranno attraverso i social network e minacciano di mettere ko anche i sistemi più forti, e - come nel caso di Apple - sino ad oggi immuni da attacchi di ogni genere.

14Gen/110

Aziende colpite da hacker. Aumento truffe telefoniche del 400%

L'ultimo trimestre del 2010 ha visto un aumento del 400% nelle frodi telefoniche, secondo la Telecommunications Industry Group (TIG), un'associazione che annovera tra i suoi membri anche Telecom e Vodafone.

Dieci aziende alla settimana stanno avendo i loro sistemi PABX sotto attacco e sotto controllo di hackers internazionali, che poi effettuano chiamate dirette all' esterno a numeri di telefono a tariffa elevata che loro stessi hanno creato in Europa o nel Nord Africa.

Queste chiamate costano circa 15$ al minuto e gli attacchi accadono spesso di sera o nei fine settimana, cosi da fare in modo che le aziende si rendano conto troppo tardi della truffa.

8Gen/110

Smartphone sotto la crescente minaccia degli hackers

Negli ultimi mesi, il mercato degli smartphone sta crescendo in tutto il mondo. L'esplosione delle vendite del 'telefonino intelligente' sta però andando di pari passo con un incremento degli attacchi da parte degli hacker, che cercano sempre più di mettere sotto controllo tali telefonini, intercettare le conversazioni riservate, entrare in possesso di dati e informazioni personali e segrete.

Gli smartphone sono quindi sempre di più sotto la crescente minaccia dei cyber-criminali, che cercano sempre più spesso di penetrare nei telefoni web- connected; ma il settore mobile ha contenuto la minaccia fino ad ora, dicono gli esperti del settore.

Le aziende che si occupano di sicurezza dei software hanno avvertito che i sempre più popolari smartphone potrebbero dover affrontare un' aumento di attacchi dei virus nei prossimi due anni.

30Dic/100

iPhone insicuro: in UK vietato l’uso ai ministri

E' difficile sapere oggi quale cellulare sia migliore di altri per ridurre il rischio di essere intercettati e messi sotto controllo. Le tecnologie utilizzate per lo spionaggio telefonico infatti hanno raggiunto livelli elevatissimi, per cui la difesa della propria privacy e del proprio telefonino diventa sempre più complicata.

Quello che si può dire è che già da qualche mese si può notare come diverse aziende ed istituti finanziari stiano prospettando una migrazione di massa dal caro e vecchio BlackBerry al il più trendy iPhone.

Ma sembra che proprio nel Regno Unito, paese da cui questa tendenza era partita, le cose non stiano andando per il verso giusto. In questi giorni infatti è stato vietato l’utilizzo dell’iPhone ai ministri del governo inglese a causa di possibili vulnerabilità che potrebbero aumentare i rischi per la sicurezza e la possibilità di essere intercettati e di fare cadere informazioni riservate sotto il controllo di malitenzionati.

26Nov/100

Account Facebook a rischio. Tutti hacker con Firesheep

Se il vostro incubo peggiore è quello che qualcuno possa spiare il vostro profilo Facebook, mettere sotto controllo e carpire così tutte le vostre informazioni più riservate, sappiate che l' incubo sta per diventare realtà.

Uno sviluppatore americano ha rilasciato un'applicazione che permette a chiunque, tramite il browser, di captare i dati di accesso ai più famosi siti e social network quando si naviga tramite wi-fi aperto. Allarme in rete, ma proteggersi è possibile.

Il rischio che sconosciuti si impossessino del nostro profilo su Facebook, Twitter o altri siti web non è mai stato così alto. Tutta colpa di Firesheep, il primo software che consente a tutti, anche utenti inesperti, tramite il semplice browser Firefox, di rubare le password di numerosi siti molto popolari.

In termini tecnici, Firesheep è un'estensione gratuita di Firefox. Gli utenti possono installarla con un clic sul proprio browser, quindi, e cominciare la caccia di password altrui. Le potenziali vittime sono tutti quelli che.......

Continua a leggere su: La Repubblica