Telefono Sotto Controllo Tutto sulle Intercettazioni Telefoniche e Digitali su Cellulari e PC

22Dic/100

Interruzione Skype a livello mondiale

C'è chi la definisce una sorta di "apocalisse". Decine di milioni di utenti si sono ritrovati - e lo sono tutt'ora - nell'impossibilità di utilizzare Skype per comunicare.

La versione Skype per Windows non funziona o va in crash, le altre versioni di Skype (Mac, iPhone, Android, etc...) non vanno affatto meglio: non si connettono, non permettono di loggarsi e sono completamente inutilizzabili. Insomma... Skype è down, giù, spento, off, in silenzio. Circa 8 milioni di utenti che utilizzano Skype quotidianamente per mantenersi in contatto con amici, parenti, colleghi, stanno chiedendosi quando la rete Skype ritornerà operativa.

Skype ha scritto una nota a CNET comunicando che "stanno valutando la gravità del problema e si scusano per i disguidi causati ai loro utenti". Aggiungono ancora i tecnici Skype in una nota nel loro sito web che "in normali circostanze, vi è ampia disponibilità di supernodi cui connettersi. Sfortunatamente, oggi, molti di questi nodi sono stati messi offline a causa di un problema che riguarda alcune vecchie versioni di Skype. Siccome Skype si basa sul contatto continuo con i supernodi, può risultare offline per alcuni utenti".

Skype loginQuesta è la videata che, da oggi pomeriggio, compare su Skype, sempre che non vada in crash. Ma noi non ci scoraggiamo: sembra che i tecnici Skype abbiano trovato la soluzione per questi down, la creazione di 'mega-supernodi'. Sì, non stiamo scherzando. "I nostri ingegneri", continua il sito Skype, "stanno creando dei 'mega-supernodi' il più velocemente possibile, in modo che le cose ritornino gradatamente alla normalità. Potrebbero volerci alcune ore, e ci scusiamo per l'interruzione delle vostre conversazioni. Alcune caratteristiche, come le video-chiamate di gruppo, potrebbero richiedere più tempo per ritornare operative".

A volte diamo per scontato che gli strumenti che usiamo per comunicare siano garantiti, e ci ritroviamo, tutto d'un tratto, in una babele in cui per comunicare siamo costretti a... ritornare ai vecchi SMS, telefonate o email.

Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.